23-04-2014
DIRETTORE: PROF. PIERGIORGIO SETTEMBRINI
RECAPITI
TEL : 02 40 22 27 81
02 40 22 27 86
02 40 09 38 11
FAX: 02 40 48 113

INDIRIZZO
via Pio II, 3
20153 Milano

Per prenotazioni di visite specialistiche ed esami ecocolordoppler con il S.S.N., muniti dell'impegnativa regionale del medico curante, o per visite private telefonare a:
0240222781
oppure
0240222786

Per un contatto diretto con il professor Settembrini
3391786404

Segreteria didattica:
02 40 22 27 86

DIVISIONE
I posti letto della Divisione
sono 14 per i Pazienti acuti. Le stanze sono tre con quattro letti di degenza, sei con due letti di degenza ed una stanza con letti e poltrone per la terapia in day hospital. Inoltre è presente una stanza da pranzo per i pazienti, dotata di frigorifero, forno a microonde e televisore.
visite parenti
I parenti possono accedere
alle visite dei parenti dopo le 12 fino a sera senza alcuna restrizione di orario. Per i pazienti e i parenti sono disponibili una stanza soggiorno, due salottini lungo il corridoio della Divisione (durante l’estate questi stessi vengono trasferiti sui due ampi balconi della Divisione), biblioteche, radio, televisori, lettore di videocassette, DVD, musicassette e CD.
Galleria immagini
ATTIVITA' DIDATTICA E SCIENTIFICA

    L'insegnamento Chirurgia Vascolare fa parte del corso di Clinica e Terapia chirurgica che si svolge tra il 5° e 6° anno.
    L'insegnamento è strutturato con lezioni frontali sui principali argomenti riguardanti la chirurgia vascolare (insufficienza cerebro-vascolare e le patologie principali dei tronchi sovraortici, Arteriopatia Obliterante degli Arti Inferiori, Aneurismi, Ischemie acute, Traumi arteriosi) e la possibilità di frequentare il reparto.

  • CORSI ELETTIVI
  • Nell' a.a. 2013-2014 sono stati organizzati tre seminari e un internato riservati agli studenti del 4°, 5° e 6° anno.
    L'internato riguarda la frequenza del reparto di chirurgia vascolare che ha lo scopo di mostrare e far vivere agli studenti un reparto per la cura della patologia vascolare. Lo studente verrà affidato ad un tutor che lo guiderà, a partire da un corretto inquadramento clinico-diagnostico del paziente arteriopatico nelle visite ambulatoriali fino al completamento dell'iter terapeutico con la frequenza del reparto didegenza della sala operatoria e della sala angiografica.
    I seminari sono:

    • Internato in chirurgia vascolare
    • Vascular surgery training (corso in inglese)
    • Skills chirugici in chirurgia vascolare
  • SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE
  • La scuola di specializzazione in Chirurgia vascolare ha lo scopo di educare i medici ad un corretto inquadramento clinico-diagnostico del paziente arteriopatico. Per tale ragione è necessario che lo specializzando in chirurgia vascolare abbia ottime conoscenze di semeiotica e di fisiopatologia dell’apparato cardiovascolare. Lo specializzando in chirurgia vascolare deve assumere competenze nell’ambito della chirurgia arteriosa dei tronchi sovra-aortici, dell’aorta toracica e addominale oltre che dei vasi viscerali e dei vasi degli arti superiori ed inferiori. Inoltre deve acquisire una buona padronanza nel trattamento endoluminale di tali patologie con l’utilizzazione di cateteri, stent ed endoprotesi. Nel corso di studi sarà data l’adeguata importanza anche alla flebologia e alla vulnologia”. Gli specialisti in formazione della Scuola di Specializzazione di Milano e della Scuola di Specializzazione Aggregata in Chirurgia Vascolare di Milano (sedi aggregate sono Milano-Bicocca, Pavia e Varese) sono:
    La scuola di specializzazione in Chirurgia vascolare ha lo scopo di educare i medici ad un corretto inquadramento clinico-diagnostico del paziente arteriopatico. Per tale ragione è necessario che lo specializzando in chirurgia vascolare abbia ottime conoscenze di semeiotica e di fisiopatologia dell’apparato cardiovascolare. Lo specializzando in chirurgia vascolare deve assumere competenze nell’ambito della chirurgia arteriosa dei tronchi sovra-aortici, dell’aorta toracica e addominale oltre che dei vasi viscerali e dei vasi degli arti superiori ed inferiori. Inoltre deve acquisire una buona padronanza nel trattamento endoluminale di tali patologie con l’utilizzazione di cateteri, stent ed endoprotesi. Nel corso di studi sarà data l’adeguata importanza anche alla flebologia e alla vulnologia”.

 

  • LINEE DI RICERCA
    • trattamento delle infezioni di protesi vascolari con utilizzo di ultrasuoni
    • trattamento chirurgico degli aneurismi dell’arteria poplitea con accesso posteriore
    • trattamento chirurgico d’urgenza della stenosi carotidea
    • trattamento della sindrome dello stretto toracico
    • trattamento dei chemodectomi carotidei
    • trattamento degli aneurismi della vena poplitea
  • PRESENTAZIONI





  • © Copyright 2007 DIVISIONE di chirurgia vascolare Ospedale San Carlo Borromeo di Milano
    P.IVA 075077I0155
    Power and development by infonetservice.com